Benvenuto su Giuntina.it

Schulim Vogelmann - Midrash

Ricerca per argomento
  • grid list
  • Le_corone_della_Torà

    Le corone della Torà 

    Massimo Giuliani

    L’interpretazione dei testi è il cuore del giudaismo e lo studio in ebraico della Torà scritta e orale è uno dei suoi precetti fondamentali. Ma interpretare è un’arte sviluppatasi sulla base di regole precise che fissano dei limiti logici e insieme potenziano la fantasia dei maestri di Israele. In questi dodici capitoli si esplorano tali middot o norme ermeneutiche, la dialettica tra senso letterale e approccio midrashico, gli sviluppi dell’esegesi rabbinica soprattutto in età ... Vai alla scheda

  • Il_testamento_di_Mosè

    Il testamento di Mosè 

    “Parole” (Devarim) è il titolo ebraico dell’ultimo libro della Torà, il Deuteronomio. Questo libro, ambientato nelle steppe di Moab, alle soglie della Terra Promessa, si presenta come l’ultimo discorso di Mosè, tenuto nello stesso giorno, alla vigilia della sua morte, come il suo testamento spirituale. “Libri” (Sifré de-be-Rav) è il nome del più antico commento rabbinico alla Torà, in questo caso al Deuteronomio. Si tratta di ... Vai alla scheda

  • Personaggi_biblici_attraverso_il_Midrash

    Personaggi biblici attraverso il Midrash 

    Elie Wiesel

    "Da bambino leggevo questi racconti biblici con uno stupore misto ad angoscia. Immaginavo Isacco sull'altare, e piangevo. Vedevo Giuseppe principe d'Egitto, e ridevo". A questo stupore e a questa angoscia Elie Wiesel fa partecipare i lettori di queste pagine. A partire dalle fonti bibliche e attraverso le leggende del Midrash, egli ci parla di alcuni grandi personaggi della Bibbia e riscopre il senso della loro storia con una interpretazione poetica e al tempo stesso problematica. Adamo, Caino e Abele, Abramo e Isacco, Mosè, giobbe sono qui rievocati nella densità della loro ... Vai alla scheda

  • Qohelet_Rabbah

    Qohelet Rabbah 

    Vanità delle vanità [havel havalim], dice Qohelet, tutto è vanità... Rabbi Huna disse a nome di rabbi Ah·a: 'Davide diceva una cosa, senza darne spiegazione, ma suo figlio Salomone la spiegava. Salomone diceva una cosa senza darne spiegazione, ma suo padre Davide la spiegava. Davide disse: L'uomo è simile ad un vapore [hevel] (Salmi 144, 4). A che vapore è simile? Se è simile al vapore fragrante che esce da un forno, allora c'è sostanza in esso. Se è simile a quello di una stufa, allora c'è sostanza in esso. Giunse quindi ... Vai alla scheda

Ricevi le nostre news

Registrati per ricevere le ultimi novità e promozioni esclusive.

Per offrirti un servizio migliore Giuntina.it utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.