Condividi su Facebook

Una giovinezza nel ghetto di Varsavia

Una giovinezza nel ghetto di Varsavia
Postfazione:
Laura Quercioli Mincer
Numero:
182
Anno di edizione:
2014
Traduzione:
Laura Quercioli Mincer
Pagine:
224
Illustrato:
si
N° illustrazioni:
fotografie b/n
Legatura:
brossura
ISBN:
9788880575191
Disponibile:
si
Prezzo:
14 € 11,9 €

 Sconto 15% 

Prezzo EBOOK:
6,99 €
LIBRO
EBOOK

«Il ghetto continuò a bruciare molto a lungo, ma non si sentivano più gli spari. Proprio allora, là accanto al muro, per la prima volta nella vita mi sentii veramente ebrea. E capii che ormai per sempre, fino alla morte, sarei rimasta insieme ai carbonizzati, ai morti soffocati, ai gassati nei rifugi, a coloro che avevano combattuto ed erano morti perché non potevano non morire, a coloro il cui destino non avevo condiviso».

Le memorie di Alina Margolis-Edelman (1922-2008) sono uniche nella grazia della loro semplicità. La sua testimonianza di bambina e di adolescente, scritta cinquant’anni dopo, ci porta da Lódź, sua città natale, a Varsavia dentro e fuori le mura del ghetto, e ci parla del tragico eroismo quotidiano di uomini e donne destinati alla più crudele delle morti e che lei salva così dall’oblio.

Dopo la guerra, Alina si è laureata in medicina, ha sposato Marek Edelman, il leggendario vicecomandante dell’insurrezione del ghetto di Varsavia, e come pediatra si è dedicata per tutta la vita ai bambini più disagiati.

Per offrirti un servizio migliore Giuntina.it utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.