Condividi su Facebook

La neve nell'armadio

La neve nell'armadio
Sottotitolo:
Auschwitz e la "vergogna del mondo". Con una conversazione con Edith Bruck
Numero:
174
Anno di edizione:
2013
Pagine:
168
Illustrato:
no
Legatura:
Brossura
ISBN:
9788880574750
Disponibile:
si
Prezzo:
12 € 10,19 €

 Sconto 15% 

Prezzo EBOOK:
7,99 €
LIBRO
EBOOK

C’è un modo per rapportarsi all’evento Auschwitz per chi non lo ha vissuto ma ne è suo malgrado un erede? Qual è la sua attualità per noi, cittadini di un’Europa nata anche nei campi di sterminio nazisti? E come evitare che la memoria celebrata ogni 27 gennaio non diventi un rito vuoto? Confrontarsi con lo sterminio significa interrogarsi sul senso della propria umanità, e la vergogna sembra emergere come l’unica emozione adeguata. È quella messa in luce da Primo Levi, la «vergogna del mondo»; provata per la colpa altrui, per lo stupro compiuto ai danni dell’uomo. Alla fine resta come eredità duplice: è il segno della nostra condizione messa a nudo, ma è anche l’ultimo bagliore di umanità prima del baratro. In appendice, una conversazione con Edith Bruck, scrittrice di origini ungheresi, sopravvissuta all’internamento in vari campi, tra i quali Auschwitz, Dachau e Bergen-Belsen.

Per offrirti un servizio migliore Giuntina.it utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.