Condividi su Facebook

L'ebreo e l'ebraismo nell'opera di Rembrandt

L'ebreo e l'ebraismo nell'opera di Rembrandt
Autore:
A cura di:
Numero:
151
Anno di edizione:
2008
Traduzione:
Paola Buscaglione Candela
Pagine:
142
Illustrato:
si
N° illustrazioni:
48 b/n
Legatura:
brossura
ISBN:
978-88-8057- 317-3
Disponibile:
si
Prezzo:
13 € 11,05 €

 Sconto 15% 

Come rappresentò Rembrandt l'ebreo e l'ebraismo? Perché mutò la propria visione nel corso del tempo? Che differenza c'era fra l'ebraismo sefardita e quello ashkenazita nell'Amsterdam di metà Seicento? A tutte queste domande fornisce risposte esaurienti la tesi di laurea del 1924 di Netty Reiling, una giovane studentessa ebrea tedesca che di lì a poco avrebbe assunto lo pseudonimo di Anna Seghers, la grande e celebre scrittrice comunista. Ricorrendo al metodo comparativo, l'autrice ci consegna un minuzioso lavoro critico di storia dell'arte condito da una teoria estetica molto attenta al rapporto fra realtà immaginata e realtà effettiva.
Per offrirti un servizio migliore Giuntina.it utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.