Condividi su Facebook

Il canto del popolo ebraico massacrato

Il canto del popolo ebraico massacrato
Prefazione:
Primo Levi
Numero:
47
Anno di edizione:
1995
Numero riedizioni:
2
Traduzione:
Sigrid Sohn; Daniel Vogelmann
Pagine:
208
Illustrato:
no
Legatura:
brossura
ISBN:
88-8057-003-X
Disponibile:
no
Prezzo:
13,43 € 12,75 €

 Sconto 5% 

Davanti al «cantare» di Yitzhak Katzenelson ogni lettore non può che arrestarsi turbato e reverente. Non è paragonabile ad alcun'altra opera nella storia di tutte le letterature: è la voce di un morituro, uno fra centinaia di migliaia di morituri, atrocemente consapevole del suo destino singolo e del destino del suo popolo. (...) Qui è Giobbe che parla, un Giobbe moderno più vero e compiuto dell'antico, ferito a morte nelle sue cose più care, nella famiglia e nella fede, orbo ormai (perché? perché?) dell'una e dell'altra. Ma alle domande eterne del Giobbe antico si erano levate voci in risposta, le voci prudenti e timorate dei «consolatori molesti», la voce sovrana del Signore: alle domande del Giobbe moderno nessuno risponde, nessuna voce esce dal turbine. Non c'è più un Dio nel grembo dei cieli «nulli e vuoti», che assistono impassibili al compiersi del massacro insensato, alla fine del popolo creatore di Dio. (dalla Prefazione di Primo Levi)

Per offrirti un servizio migliore Giuntina.it utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.