Diaspora

La_tempestosa_vita_di_Lazik

La tempestosa vita di Lazik 

Ilja Ehrenburg

Unione Sovietica, primo e periglioso decennio postrivoluzionario. In una sperduta, "qualsiasi" Gomel, Lazik Reutschwanetz, rispettabile quanto minuscolo sarto per uomo, conduce una vita non felice (perché la compagna Geršanovic dai suoi dieci centimetri d'altezza in più ostinatamente gli si nega) e tuttavia libera, fino al giorno in cui imprudentemente si lascia scappare un sospiro davanti a un manifesto pubblico. Di qui alla prigione il passo è brevissimo. E così pure dalla prigione a una nomade esistenza da irregolare. Lazik, sballottato di paese in paese, passa attraverso una serie ...
 
La_voce_del_deserto

La voce del deserto 

Anna Mitgutsch

In certe ore, nella luce morbida che scontorna le colline, le pietre perdono consistenza e Gerusalemme sembra fluttuare. Dvorah è alla ricerca dell'anima di questa città,  certa che solo lì potrà trovare la risposta, che solo nei luoghi segreti della città santa potrà incontrare l'amore che le darà la chiave per capire il proprio passato e intravedere un nuovo futuro. Ma rimane impigliata in una rete di ragno invisibile in cui ogni appiglio si rivela illusorio. E improvvisamente la sua ricerca assume i contorni della spy story. Il ragazzo armeno di cui si è innamorata risulterà essere arabo e lei si troverà implicata in una storia ...
 
L'ebreo_errante

L'ebreo errante 

Elie Wiesel

(...) Ma, nel momento del cheshbon hanefesh, facendo il bilancio della mia vita, devo riconoscere che i miei veri maestri, per guidarmi e per spingermi avanti, mi attendono non in luoghi prestigiosi e lontani ma nelle piccole aule piene d'ombre e di canti dove un ragazzo al quale assomigliavo studia ancora oggi la prima pagina del primo trattato del Talmud, sicuro di trovarvi tutte le risposte a tutte le domande. Meglio: tutte le risposte e tutte le domande. Perciò, spesso per me l'atto di scrivere non è altro che il desiderio inconfessato o cosciente di incidere alcune parole su una pietra tombale: alla memoria di una città scomparsa, di ...


Per offrirti un servizio migliore Giuntina.it utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.