Mariapina Mascolo

Mariapina Mascolo, presidente del CeRDEM - Centro di Ricerche e Documentazione sull’Ebraismo nel Mediterraneo Cesare Colafemmina, è dottoranda in “Langues, littératures et civilisation juives” all’EPHE - École Pratique des Hautes Études, Paris Sorbonne - PSL, Équipe SAPRAT - Savoirs et Pratiques du Moyen Âge au XIXe siècle, mention HTD Histoire, Textes et Documents con tesi dal titolo « Epigraphie hébraïque dans l’archive de Cesare Colafemmina », sotto la direzione di Judith Olszowy-Schlanger.
Con il MiBAC-Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Puglia e della Basilicata cura i progetti “Fonti e storie per l’Ebraismo” (2012), “Archivi per l’Ebraismo” (2013), “La cultura ebraica scritta” (2014). È curatrice di mostre sul patrimonio cultu-
Ketav, Sefer, Miktav. La cultura ebraica scritta tra כתב ספר מכתב rale di produzione ebraica, come Basilicata e Puglia (Venosa, Museo Archeologico Nazionale 20 marzo - Sezione Permanente | Bari, Castello svevo 2014) e dal 2017 “La Puglia ebraica nelle fonti” (Bari, Castello svevo | Archivio del Capitolo Metropolitano di Bari). Dall’a.a. 2013-2014 conduce il Seminario in “Cultura ebraica nell’Italia meridionale” all’Università degli Studi di Bari A. Moro, Dipartimento LELIA - Lettere Lingue Arti.


Per offrirti un servizio migliore Giuntina.it utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.