Condividi su Facebook

L'ebreo come paria

L'ebreo come paria
Sottotitolo:
Una tradizione nascosta
Autore:
A cura di:
Numero:
199
Anno di edizione:
2017
Pagine:
72
Illustrato:
no
Legatura:
Brossura
ISBN:
9788880576662
Disponibile:
si
Prezzo:
10 €

La politica, ovvero la possibilità di dispiegarsi della vita activa all’interno della sfera pubblica, è l’oggetto fondamentale del pensiero di Hannah Arendt. Attraverso le figure di Heinrich Heine, Bernard Lazare, Charlie Chaplin e Franz Kafka, L’ebreo come paria (1944) ricostruisce i percorsi che trasformarono l’esclusione dell’ebraicità dallo spazio pubblico in una creatività culturale irripetibile, capace, a sua volta, di retroagire sulla scena, interdetta all’ebreo, della polis. La «tradizione nascosta» di quegli ebrei che preferirono restare degli emarginati, ovverosia dei paria, piuttosto che diventare degli assimilati parvenus, destinata a essere distrutta dai totalitarismi novecenteschi, viene qui riscoperta da un’interprete d’eccezione. Prima edizione italiana integrale.

Per offrirti un servizio migliore Giuntina.it utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.