Condividi su Facebook

Ebrei e società in Sardegna nel XV secolo

Ebrei e società in Sardegna nel XV secolo
Autore:
Anno di edizione:
2009
Pagine:
584
Illustrato:
no
Legatura:
brossura
ISBN:
9788880573258
Disponibile:
si
Prezzo:
40 €

Frutto di una lunga ricerca archivistica, il volume costituisce il completamento di una precedente monografia sulla storia degli ebrei in Sardegna nel XIV secolo, pubblicata dall’autrice nel 1992. L’edizione di 1.047 documenti relativi alla presenza ebraica in terra sarda nel secolo XV e nei primi decenni del XVI, più precisamente negli anni 1407-1536, costituisce la parte preponderante di questo lavoro che si apre con un breve saggio che illustra le fasi della ricerca, soffermandosi, dapprima, sulle varie tipologie e le differenti modalità di conservazione delle fonti documentarie indagate. L’indagine archivistica ha infatti interessato gli stessi istituti in cui era stata svolta la ricerca relativa al Trecento, ma la creazione di nuove magistrature locali nei primi anni del Quattrocento e i differenti sistemi di conservazione archivistica hanno influito notevolmente sui risultati di questo nuovo lavoro, dandogli connotati diversi in relazione, soprattutto, alla differente tipologia dei documenti e, di conseguenza, ai loro contenuti. La documentazione trecentesca, costituita nella quasi totalità da atti pubblici, aveva a suo tempo restituito soprattutto informazioni in ambito socio-istituzionale. La documentazione successiva si presenta, invece, più varia ed ha arricchito le conoscenze in nuovi ambiti, maggiormente in quello demografico, economico e sociale sui quali l’autrice si sofferma nella seconda parte dell’introduzione. Un buon numero di atti notarili rappresenta, infine, un importante elemento di novità e mette in luce quegli aspetti, solo abbozzati per il periodo precedente, maggiormente legati alla sfera familiare e per i quali l’autrice indica nuovi percorsi di approfondimento. Numerose tabelle e ben nove indici “guidano” il lettore con perizia e lo conducono verso un approccio immediato alla molteplicità dei dati racchiusi nella ricca raccolta documentaria. Quest’ultima, infatti, attentamente indagata, restituisce un quadro completo del cammino compiuto dagli ebrei “sardi” nel corso del Quattrocento: provenienti dalla Catalogna, dalla Provenza e dalle Isole Baleari come nel secolo precedente, essi rafforzarono economicamente le “aljamas” delle più importanti città di Cagliari e Alghero, dove convissero, giungendo quasi ad integrarsi, col resto della popolazione. Il volume aggiunge così “un tassello di straordinario rilievo alla conoscenza delle fonti utili per la storia della presenza ebraica in Italia e in Sardegna, contribuendo al tempo stesso alla ricostruzione dell’immagine generale della società sarda nel momento della transizione dal Medioevo all’età moderna”.

 
Per offrirti un servizio migliore Giuntina.it utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.